RECENSIONI DEI LETTORI

Per festeggiare le imminenti 3000 visite al mio blog raggiunte in meno di un anno, e per premiare quindi chi in tutto questo tempo mi ha seguito ed ha avuto il piacere di leggermi, ho deciso indire un concorso cosi strutturato:

Concorso per la miglior RECENSIONE inviata dagli utenti!

Tema del concorso: Occorre recensire un videogame a vostro piacimento, per una piattaforma sempre a vostro piacimento (xbox, xbox 360, playstation 3, ps1, ps2, snes, megadrive, etc.etc.). La recensione può riguardare qualsiasi piattaforma, compreso il settore dei retrogames, può essere ad esempio un titolo per Nes.

Regolamento: Al concorso può partecipare chiunque (Staff incluso), senza limiti di età o sesso, per partecipare dovrete semplicemente essere iscritti al mio blog come miei sostenitori (per chi avesse dei problemi in fase di registrazione può sempre contattarmi, sono a vostra completa disposizione). La recensione deve necessariamente essere in formato testo, non deve superare le 500 parole o  i 3400 caratteri spazi inclusi, può contenere immagini allegate. La recensione deve necessariamente essere inviata al mio indirizzo di posta elettronica gerryscotty@alice.it . il concorso ha inizio oggi : lunedi 22 febbraio 2010  La scadenza del concorso è fissata per mercoledi 31 marzo 2010 alle 24:00.
Mano a mano che mi arriveranno I vostri lavori Verranno pubblicati sul Blog, dopo tale data mi riservero due ulteriori giorni per decretare il vincitore. Io sarò il giudice di tale concorso, premierò quello che secondo me è il lavoro più meritevole a mio insidacabile giudizio, che non necessariamente dovrà essere quello più professionale ma potrà essere magari quello che trovo più divertente.  

Premi: il vincitore potrà scegliere solamente uno dei seguenti premi:
  • Videogioco Forza Motosport 3 (nuovo) per xbox 360 
  • Videogioco Madworld (nuovo) per Nintendo Wii 
  • Videogioco Pikmin (nuovo) per Nintendo Wii
I premi saranno spediti il lunedi successivo alla chiusura del contest

per messaggi urgenti o comunicazioni istantanee potete utilizzare la Tag che si trova nella colonna a destra, oppure il mio indirizzo di posta elettronica.
Ricordandovi che resto a vostra disposizione per ogni chiarimento, e che potete commentare tranquillamente questo Post,vi auguro un grosso "in bocca al lupo!!!"

-----------------------------------------------------------------------------------
Mancano pochi giorni alla chisura del contest, colgo l'occasione per ringraziarvi tutti anticipatamente! mi sono arrivate molte e-mail  di utenti che mi chiedevano come potersi iscrivere al blog, evidentemente è colpa mia che non sono stato abbastanza chiaro. Provo a rimediare adesso :)


per iscriversi infatti basta cliccare nel pulsante "SEGUI" come è indicato nell'immagine qua a destra!

il box in questione si chiama "LETTORI FISSI" ed è possibile trovarlo nella colonna di navigazione sulla destra.

nulla di più semplice quindi. concludo ringraziandovi ancora del vostro contributo, e vi auguro un grande in bocca al lupo!















recensione inviata da Orzobimbo: Altered Beast (megadrive)
--------------------------------------------------


Ciao a tutti sono Orzobimbo su xbox live sono conosciuto come borzy77. Ho deciso di recensire il mio primo video gioco altered beast che personalmente o giocato su sega mega drive 2.
Altered Beast è un picchia duro a scorrimento che si trova in una ambientazione fantasy-mitologica,il personaggio (o omino) è un umano che raccogliendo dei bonus si trasforma in un licantropo e via via in mostri sempre più potenti (anche in un trans armato di vibratore) : un drago elettrico, un orso, un uomo tigre, fino al più potente di tutti, il licantropo dorato. Le modalità di gioco sono 2 in singolo e in 2 molto divertente la modalità 2 giocatori anche se il gioco ha una longevità di 7 minuti ed è talmente facile che richiederà mezzo neurone degli ultimi 2 rimasti per finirlo :D .
All'inizio del gioco appare Zeus che ordina al protagonista di resuscitare dalla sua tomba per salvare sua figlia Atena rapita dal Dio Neff. Il protagonista infatti esce da una tomba e il primo livello è un cimitero pieno di zombi Alla fine del gioco il giocatore scopre che tutta l'impresa faceva parte delle riprese di un film avventuroso (che sfigato).
Il protagonista con i primi bonus inizia a pomparsi i muscoli come se prendesse steroidi e ogni sorta di doping in fine dopo i tre bonus (o 3 dosi di doping) il personaggio si trasforma in licantropo e ad ogni livello cambia la sua trasformazione fino a raggiungere la trasformazione più forte in assoluto il licantropo dorato.
I boss i boss i boss….. ma quanto sono seghe? Sto Neff si trasforma prima in un ammasso di carne simile al polpettone di mia nonna che lancia la sua testa che gli continua a ricrescere (però i capelli non crescono).
Secondo livello un si trasforma in un fiore gigante con un occhio in mezzo che spara altri occhi naturalmente muniti di lenti a contatto e alche con le lenti non ne azzecca una in 3 colpi si uccide.
Terzo livello Neff si trasforma in una lumaca con la testa di drago…che dire anche qui e facilissimo ma bisogna notare che la lumaca depressa inizia a rompersi il cazzo quando vede che le prende di santa ragione quindi decide di fare karakiri e suicidarsi.
Penultimo livello il boss è un mini drago che spara le sfere di dragona e a fine livello arriva Goku con la nuvola spidi per cercarle e vi manda a cagare per avergliele fatte perdere di nuovo.
Ultimo livellooooooo dopo 10 minuti estenuanti di puro nerding si arriva al ultimo livello e qui l ultima trasformazione suprema del protagonista un licantropo dorato che vola e spara peti fiammanti.. il boss? Un rinoceronte karateka che cerca di copiare le tartarughe ninja e qui con i nostri peti fiammanti il rinoceronte prende le mazzate.
La mia recensione e finita lo so che fa cagare ma a me le recensioni piace pensarle cosi. Dopo aver preso per il culo questo splendido gioco vorrei dire a tutti apparte gli scherzi il gioco e bellissimo anche se come ho detto la longevità e la difficoltà sono minime ma cmq è un grande titolo nella storia della nostra infanzia.




recensione inviata da BoogeyMan: Dante's Inferno (ps3, Xbox360)
--------------------------------------------------


"Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai in una selva oscura, che la diritta via era smarrita... e adesso brucia, maledetto Diavolo!".
Dante sicuramente si starà rivoltando nella tomba per questo ma, se fosse ancora in circolazione con proprie gambe, probabilmente sarebbe anche contento di trovarsi la sera comodamente seduto sul divano di casa a godersi, Joypad alla mano, la sua opera più grande riportata magistralmente in vita su Xbox360 grazie a EA e Visceral Games, che hanno saputo trasporre tutta la beltà dell'inferno dello scrittore fiorentino in un action-adventure come pochi visti prima.
Una grafica da urlo a 60fps al secondo, colorata, veloce, dinamica e decisamente spudorata. Un audio da urlo, evocativo come pochi, che con l'aiuto di un bel dolby surround è capace di trascinare il giocatore nei meandri dell'inferno. Una storia piena di colpi di scena, coinvolgente ed originale nella sua classicità, perfettamente congeniata e che porta la curiosità del giocatore ad altissimi livelli dal momento in cui prende i controlli di Dante, in questo caso giovane e possente crociato che, tornato un dì a casa, trova la sua bella moglie Beatrice morta e a sua volta, mentre si dispera per la perdita dell'amata, perde la vita trovandosi così di fronte alla morte in persona, alla quale ruberà la falce, che diverrà sua fedele compagna e arma, con la quale assieme alla potentissima e sacra "croce di Beatrice", espugnerà le porte dell'inferno alla ricerca dell'anima dell'amor suo, giurando di riportarla indietro. Un gameplay da urlo che ricorda da vicino il capolavoro God Of War e che rende il tutto un piacere per gli occhi e per le dita, districandosi tra combattimenti in tempo reale, sequenze platform e filmati in QTE. Un level design e un caracter design da museo per tutti i gironi dell'inferno che portano l'utente a continue esclamazioni di stupore. Un gioco che non stufa, nè troppo lungo nè troppo corto. Ogni Boss di fine livello è un personaggio unico, stupendo e da sconfiggere in un modo tutto proprio. Durante il gioco il buon Virgilio sarà la nostra guida e diverse parti del poema Dantesco ci daranno le giuste indicazioni per proseguire nella nostra avventura. Tante cose da cercare come le monete di Giuda, le reliquie che potenzieranno il nostro eroe con diverse abilità, le mosse speciali che ci tireranno fuori dai guai nei momenti critici o le anime dei dannati che verranno, a nostra discrezione, assolte o condannate con conseguente avanzamento di livello di empietà o di santità da parte nostra. Una moltitudine di tecniche sbloccabili a seconda del percorso che sceglieremo, diverse modalità selezionabili e ben 4 livelli di difficoltà da poter scegliere portano questo titolo EA ad essere un vero e proprio capolavoro videoludico.
Non sono presenti modalità multigiocatore, nè online nè in loco, ma sono già disponibili alcuni contenuti scaricabili di tutto rispetto dal Market Place di XboxLive come costumi e nuovi capitoli (il "Processo di Santa Lucia" è il primo e regala una mezz'ora di gioco aggiuntiva con tanto di 2 obiettivi sbloccabili in più e nuove reliquie).
Un titolo comunque riservato ad un pubblico maturo, per via della sua estrema dose di violenza e immagini esplicite, che nessun utente maggiorenne dovrebbe dimenticarsi di giocare nel mezzo del cammin di vita sua...


Recensione inviata da Armando: Knockout Kings 2002 (PS2)
------------------------------------------------


Knockout Kings 2002 è un gioco completamente dedicato alla nobile arte: la boxe.
Presenta un motore di gioco completamente nuovo per ricreare la boxe più fulminea e più intensa della serie. Allaccia i guantoni e vivi in prima persona l'esperienza da brivido dei più grandi momenti della boxe, delle combinazioni più devastanti, della strepitosa mobilità, dello stupefacente gioco di gambe, dei colpi dirompenti.
Un lungo elenco dei più grandi pugili di tutti i tempi consente ai fan di disputare incontri da sogno senza fine con lottatori del calibro di Muhammad Ali, Joe Frazier, Roberto Duran e Sugar Ray Leonard.
La modalità Carriera permette all'utente di costruire da zero un pugile grazie alla funzione di creazione di un giocatore. Sviluppa e gestisci la carriera del tuo atleta migliorando le sue caratteristiche con i punti conquistati sul ring, allenandone un nuovo mentre gli avversari adotteranno strategie sempre più complesse e innovative, durante la scalata verso il vertice del tuo campione.
Anche graficamente ci sono state dei passi in avanti, sia per la qualità delle texture (i visi dei combattenti hanno adesso un aspetto fotorealistico) che per la qualità delle animazioni dei colpi: anche la telecamera che inquadra il gioco è stata riprogrammata ed è possibile persino assistere, quando uno dei combattenti viene messi al tappeto, a delle vere e proprie sequenze “M
atrix-Style” da diverse angolature. Dal punto di vista del sonoro, nonostante valga la pena ascoltare la buona colonna sonora che fa da sfondo agli incontri, è cosa buona zittire il soundtrack per godersi a pieno volume gli effetti generati dai guantoni e dai pugni che gli sfidanti si tirano a tutta velocità.
Per quanto riguarda la giocabilità, il vero punto di forza di questo seguito, sembra di trovarsi di fronte ad un mix ben riuscito tra Ready To Rumble, Victoriuos Boxer ed il primo Knockouts Kings: il titolo possiede tutti gli ingredienti per funzionare, e funziona perfettamente.
Il gameplay, nonostante sia richiesto un certo approccio tattico per imparare e gestire i combattenti, funziona ed è veloce, tanto quanto quello del gioco originale non era riuscito ad esserlo. Ciò rende il titolo estremamente giocabile, e più realistico. Anche i controlli sono stati migliorati, e questa volta premendo il tasto apposito è possibile realizzare delle combinazioni particolari che fanno eseguire al pugile mosse inedite, decisamente più funzionali.
In definitiva mi sento di consigliare questo titolo anche a chi di Boxe non se ne intende moltissimo, perché l'estrema giocabilità e l'aspetto cosmetico altamente spettacolare, ne fanno un gioco tanto godibile per gli appassionati, quanto divertente per i giocatori occasionali. Se a questo aggiungete che per impadronirsi bene dei controlli è necessario un po' di allenamento, non si fa fatica a scoprire come il gioco riveli il meglio di se con il passare del tempo.


Recensione inviata da Ynzect : Cannon Fodder (Amiga 500)

------------------------------------------------


Cannon Fodder [Commodore Amiga 500]

Siamo nei primi anni novanta e i ragazzi della Sensible Software sono tra gli sviluppatori più attivi su Amiga. Questo Cannon Fodder è di sicuro uno dei titoli che hanno contribuito di più all'ascesa di questo piccolo ma capacissimo gruppo di programmatori. C'è una guerra in corso e il vostro compito sarà quello di portare alla vittoria la vostra fazione, per fare questo avrete a disposizione 360 volontari da impiegare nel miglior modo possibile, pena il termine del gioco prima di aver completato le 24 missioni che lo compongono. Una volta reclutati i nuovi futuri eroi sarete pronti per dirigervi al fronte, dove ingaggiare emozionanti e tattitci scontri tra soldati armati fino ai denti o mezzi di vario tipo. Oltre a poter contare su fucili, bombe e bazooka infatti, avrete la possibilità di contrastare il nemico con elicotteri, carri armati, jeep, torrette e slitte! Il bello è che le missioni sono sempre diverse tra loro e il sistema di controllo è di una facilità impressionante che però nulla toglie alla profondità di gioco. Con un paio di clik possiamo formare varie squadre di soldati e proseguire solo con la truppa prescelta, i compagni non selezionati invece si scontrano con i nemici in arrivo, il tutto in ambienti di gioco sempre diversi e accattivanti. I soldati poi hanno tutti un proprio nome (ci sono anche i programmatori del gioco!) e proseguendo nel gioco ottengono medaglie e salgono di grado (da soldato semplice a generale d'armata, passando per ben 16 possibili gradi) facendoci affezzionare come se la loro gloriosa scalata fosse reale, se poi a seguito di uno scontro i nostri perdono la vita, avranno degna sepoltura (e talvolta un'aumento di grado) nel cimitero che sovrasta l'entrata della caserma. Il sonoro? Stupendo, dalla mitica introduzione fino ai lamenti dei soldati colpiti (non preoccupatevi, Cannon Fodder è un gioco ironico non drammatico!), così come è eccellente la struttura di gioco e il gameplay in generale. In poche parole, un titolo storico, dannatamente divertente che non sente affatto il peso del tempo passato grazie ad uno stile unico ed inimitabile come quello di tutti i gichi Sensible.




Recensione inviata da Ynzect : Halo: Combat Evolved (XBOX)
------------------------------------------------

Halo: Combat Evolved (XBOX)

Titolo di punta del lancio della prima console made in microsoft, HALO si presentava subito come un gioco interessante sotto molti punti di vista. Sviluppato dalla bungie, già famosa per aver datto alla luce titoli come Marathon e Myth, Halo era uno sparatutto in prima persona con la presunzione di voler essere il nuovo termine di paragone di un genere molto amato dagli utenti pc ma ancora poco diffuso su console. La storia che fa da sfondo al titolo non è certo originalissima ma faceva bene il suo lavoro isultando ricca di colpi di scena inaspettati quanto graditi. Siamo nell'anno 2552 e la popolazione umana viaggia da un sistema solare all'altro in cerca di pianeti abitabili che possano sostituire l'ormai sovrappopolato pianeta terra. Saranno proprio questi viaggi a far incontrare la nostra specie con una sorta di alleanza aliena, i Covenant, dalle tradizioni religiose ostili e dai modi poco socievoli. A questo punto entrate in gioco voi, unico superstite di un progetto volto alla creazione di super-soldati modificati geneticamente, il vostro obbiettivo sarà quello di scoprire la natura di HALO (un misterioso satellite a forma di anello dove operano i Covenant) e sconfiggere la minaccia aliena. La veste grafica era sublime con un'azione di gioco stabile sui 30fps anche con decine di nemici sullo schermo e che, pur consentendosi qualche rallentamento in presenza di più veicoli, stupiva per dettaglio e realismo. Eccezionali le texures, le trasparenze e i tantissimi effetti di luce dinamica esaltati da un perfetto enviroment mapping (2001). L'azione di gioco poi era tra le più coinvolgenti mai viste su console, battaglie all'ultimo proiettile che sfociavano in vere e proprie azioni di attacco e difesa, tutto arricchito da un perfetto doppiaggio in italiano che donava personalità differenti ad ogni personaggio, marines o alieno che fosse. Le musiche e sopratutto gli innumerevoli effetti rendevano poi ogni situazione unica, ricca di una suspense veemente ma sempre plausibile. Poi la tensiona calava, le situazioni si ripetevano, gli scenari si facevano monotoni, scompariva quel tatticismo che ci aveva accompagnato nei primi livelli e addirittura i Covenant apparivano avversari poco degni, ma era proprio a questo punto che HALO dava il meglio di sè, cambiando volto e trasformandosi in un titolo appassionante e divertente dal ritmo più deciso. Cos'altro dire, le armi a disposizione erano ben assortite, risultando sempre bilanciate e divertenti da utilizzare (vedere pezzi di alieni e brandelli di gelatinosa consistenza volare in aria è sempre un momento di macabra poesia). Si aveva anche la possibilità di pilotare alcuni mezzi, tra i quali segnalo il carro armato pesante "Scorpion" e il mezzo volante "Banshee". Termino questa analisi con quella che potremmo definire un'esortazione: Se avete perso questo primo episodio giocatelo e divertitevi a rompere il didietro a quegli alieni, non sarà l'evoluzione del combattimento ma vi assicura ore ed ore di piacevole intrattenimento (evvai, anche la rima!).

Ynzect


Recensione inviata da  Majin (Davide): Modern Warfare 2 per (PS3/XBOX 360)

---------------------------------

Missile predator pronto al lancio! Aaaaaaaaaaah! E che succede? E' TORNATO!!!
Più in forma che mai arriva il tanto atteso seguito di Call of duty 4: MODERN WARFARE che farà tremare i muri di casa e pensare al vicino di caso 80enne che sia iniziata di nuovo la guerra. Infinity Ward si ripresenta sul campo con un titolo che deve mantenere fede al suo predecessore e lo fa con grande stile presentando un FPS ricchissimo di novità, preparate uno zaino bello grosso perchè per contenere tutte le armi, vi servirà! Nuovi fucili d'assalto, pistole mitragliatrici, equipaggiamenti, intelligenza artificiale dei nemici ben curata che vi faranno sudare a livello soldato e impazzire a livello veterano sia nella modalità storia che nella nuovissima modalità operazioni speciali che potrete giocare da soli o con un amico cimentandovi in nuove imprese! Nuove sorprese sopratutto per quanto riguarda la modalità Online, per esempio se l'host di una partita abbandona la battaglia questo non comporterà il termine della sfida ma bensì il nuovo sistema multigiocatore mette in "pausa" la partita e cerca un nuovo host al quale collegarsi per riprendere esattamente da dove ci si era fermati. Una nota di merito alle nuove ricompense uccisioni, non più solamente UAV, bombardieri e elicottero ma bensì Pawe Low, Raid Harrier, impulsi elettromagnetici, cariche nucleari e stormi di vecchiette in carrozzina che vi picchiano con la borsa della spesa! Insomma, un variegato di distruzione mai visto che non deluderà e non stancherà gli appassionati del genere. Un piccolo appunto sui respawn della modalità tutti contro tutti, capita a volte che il sistema faccia rinascere due player praticamente nello stessio punto, causando confusione e attacchi cardiaci dal povero giocatore che appena nato, si ritrova il faccione di un nemico subito di fronte. Comunque sia MODERN WARFARE 2 è l'occasione giusta per sfogare la vostra rabbia repressa!

PUNTI A FAVORE : Buona grafica, tantissime armi e equipaggiamenti, giocabilità assoluta

PUNTI A SFAVORE : Gioco a volte troppo frenetico

VOTO : 9/10




Recensione inviata da Ynzect : Mazinger Z (Arcade)
-----------------------------------------------------------

Siamo nel 1994 e la Banpresto (nota per le sue prestigiose licenze in campo anime) prova a trasportare in sala giochi una delle serie tv più amate dagli otaku di tutto il mondo. In questo game infatti, il giocatore è chiamato ad impersonare tre dei robottoni che hanno fatto la storia dei cartoni giapponesi: Mazinger Z, Great Mazinger e Grendizer, quest'ultimo in Italia dovrebbe figurare come "Goldrake". Una volta scelto il robot con il quale giocare, e di conseguenza anche il pilota da incarnare (secondo l'ordine precedente: Koji Kabuto, Tesuya Tsurugi o Duke Fleed), ci ritroveremo di fronte ad un classico Shoot em up dal sapore nostalgico ma piacevole. I nostri eroi avranno a disposizione tre attacchi base e un attacco speciale. Potremo colpire l'avversario da lontano con il classico fuoco verticale, potremo attaccare da vicino con una sorta di spada e infine, potremo usufruire di un ulteriore arma (che cambia a seconda del tipo di fuoco primario in uso) tenendo premuto il pulsante di fuoco per qualche istante. L'attacco speciale è rappresentato da un'azione massiccia e devastante (vedi foto...) ma che può essere usata poche volte. La grafica pur catturando l'atmosfera dell'anime, non stupisce risultando comunque piacevole e non troppo confusionaria. A questo punto la domanda da porsi è una sola, ma Mazinger Z è divertente? La risposta è un si non troppo deciso, che dunque lascia spazio a molti sopspetti, in generale si tratta di un buon titolo, ma alcuni difetti gli impediscono di rientrare in quei pochi giochi che hanno il merito di aver apportato qualcosa di nuovo al loro genere. La mancanza di innovazioni è totale e, anche con personaggi così carismatici, il gioco ne risente molto. Inoltre superata una breve schiera di livelli il gioco riproporrà le stesse aree appena svolte, lasciandoci presto con l'amaro in bocca. In conclusione ci ritrova con uno shoot'em-up di quelli classici dalla longevità pressochè nulla ma mediamente divertente.

Ynzect

Recensione inviata da Ynzect : Neo Drift Out [Neo-Geo]

------------------------------------------------------

Nel 1996 la Visco Games lancia questo simulatore di guida rallystica versione Neo-Geo. La visuale è quella classica, isometrica dall'alto con degli effetti di zoom ad enfatizzare la sensazione di velocità del giocato- re. Graficamente parlando il gioco si difendeva bene ma avevamo già visto qualcosa di meglio (sopratutto per quanto riguarda la realizzazione delle vetture). Rispetto al predecessore, Drift Out 94 The Hard Order, ci sono meno tracciati e meno vetture (solo 3) ma a discapito di una varie- tà limitata Neo DriftOut gode di un ottima giocabilità che trova il suo punto forte nella costante lotta contro il tempo. Ora è molto più facile guidare l'auto e il giocatore deve concentrarsi per effettuare al meglio la prossima curva e nel scegliere sempre la strada giusta, pena una sconfitta che contrariamente a quelle dell'edizione 94 (sviluppata esclu- sivamente per il mercato Coin-Op) è ora quasi mai frustrante. Il sonoro è un mix di buoni motivi musicali e più che buoni effetti per le vetture che forse hanno solo un rombo un pò troppo simile. Quello che purtroppo penalizza questo gioco è la poca varietà e la longevità alquanto bassa. Si corre su terreni sempre diversi (terra, neve, tarmac, ghiaccio) ma il cambiamento è solo visivo e in ogni caso una volta finito lo conoscerete pressoche a memoria e, salvo casi particolari, non vorrete più giocarci almeno per un bel pò.

Ynzect


Recensione inviata da Ynzect : Project Gotham Racing [Xbox]
------------------------------------------------------


Molti di voi ricorderanno di sicuro Metropolis Street Racer, uno spettacolare racing game rilasciato tempo fa su Dreamcast. Questo Project Gotham Racing può tranquillamente considerarsi il seguito di Msr. Esattamente come nel titolo dreamcast anche in questo remake targato Xbox il vero obbiettivo del giocatore non è arrivare primi al traguardo ma cercare, gara dopo gara, di migliorare il proprio stile di guida in modo da renderlo il più spettacolare possibile. Il sistema di gioco era tra i più originali mai visti in un simulatore di guida, in pratica ci vengono assegnati dei punti (chiamati Kudos) a seguito di vere e proprie evoluzioni quali: derapate, sorpassi, salti, velocità massima raggiunta e altro ancora. Le modalità di gioco inizialmente selezionabili sono quattro (Gara di velocità, Attacco al tempo, Arcade e Sfida Kudos) tutte diverse e sopratutto mai noiose. Tralasciando le prime due possibilità di gioco, delle quali avrete già intuito le caratteristiche, è bene spendere qualche parola sulla modalità Arcade, nella quale per procedere è necessario ottenere un determinato numero di Kudos scorrazzando tra coni e gicane, ma sopratutto circa la modalità Sfida Kudos. In quest'ultima opzione, il giocatore dovrà superare una serie di gare differenti come effettuare un certo numero di sorpassi, percorrere un giro di pista in un tempo limitato, sfide uno contro uno e molto altro, il tutto per ottenere un bonus "Kudos" e passare così al livello successivo. Graficamente il titolo Bizarre Creations si difendeva più che bene grazie a buone texures (la maggior parte prese direttamente da MSR), una marea di effetti (come riflessi e trasparenze) e un ottimo enviroment mapping. I modelli delle vetture erano perfetti per l'epoca, con tanto di interni e la possibilità di contorcersi a seguito delle immancabili collisioni, inoltre, a prezzo di qualche rarissimo rallentamento, il gioco risultava fluidissimo senza far rimpiangere mai altre produzioni più blasonate. Unico difetto, graficamente parlando, è la scelta dei colori a volte esageratamente scuri (al punto da non riuscire più a distinguere il tracciato a causa di un pò d'ombra!) altre volte incredibilmente cartonesca (vedi tramonti rossissimi). Ultimi righi per trattare del pregevole sonoro, ricco di effetti ben assortiti e di una tracklist vastissima e molto varia. Project Gotham Racing inoltre supportava la funzione colonna sonora di Xbox e ci permetteva quindi di giocare ascoltando i nostri brani preferiti, precedentemente importati sul disco rigido della macchina Microsoft. In poche parole, si trattava di un acquisto obligato per ogni utente Xbox amante della guida arcade.

Ynzect